Isole Kornati, un paradiso in Croazia

by Roberta
Tempo di lettura 6 minuti

Zara e le isole Incoronate

L’ arcipelago delle isole kornati, in Croazia, è costituito da una serie di isole disposte l’una accanto all’altra, che facevano parte della catena montuosa del Velebit sprofondata in mare.

Dell’arcipelago delle isole kornati in Croazia, fanno parte molte isole disabitate, mentre altre sono un vero paradiso e una destinazione top per una vacanza all’insegna del relax.

Questo perché sono turistiche si ma molto tranquille, ben lontane dalla movida di Pag e le auto ad esempio, possono accedere solamente in alcuni punti.


Potrebbe interessarti anche Zara, cosa vedere nella città con il “più bel tramonto del mondo” cit.

Allora sei pronta per partire alla scoperta delle isole migliori dell’arcipelago Kornati? Andiamo!

Come raggiungere le isole Kornati

Le isole sono raggiungibili unicamente via mare, gli aeroporti più vicini sono quelli di Zara e Spalato. E’ possibile arrivare a Zara e Spalato anche via mare dall’Italia partendo dal porto di Ancona.

Da lì si salpa alla volta delle isole Kornati con escursioni giornaliere, ma ci sono anche quelle di più giorni, noleggiando un’imbarcazione privata (con i regolari permessi) o in alternativa un noleggio con skipper.

Escursioni alle isole Kornati

L’escursione in barca all’arcipelago delle isole Kornati è il modo migliore per godere pienamente del paesaggio, dei tanti punti di immersione presenti e soprattutto a volte l’unico modo di raggiungere alcune spiagge isolate.

All’interno del Parco Nazionale delle isole Kornati, le immersioni sono consentite solo in alcuni punti come la zona di Samograd, Mala Panitula, Vela Panitula, Kornat, Okljuc, Kasela, Rasip, Borovnik e Mana ma oltre alla fauna marina nel parco sono presenti anche molti altri animali come rapaci anfibi e rettili da ammirare nonché una meravigliosa vegetazione e splendide spiagge.

Per le escursioni è possibile partire sia da Zara che da Murter, in questo ultimo caso essendo molto più vicino al Parco Nazionale, sarà inferiore il tempo di navigazione a vantaggio delle esperienze.

Dove alloggiare alle isole Kornati

Non esistono alberghi alle isole Kornati, al massimo qualche alloggio vacanza per lo più case private che vengono affittate ai turisti, molto spartane ma sicuramente caratteristiche.

Il problema è facilmente ovviabile con il pernottamento a bordo di un’imbarcazione a noleggio, se si desidera fare più giorni alla scoperta di questo angolo di paradiso.

Come organizzare un viaggio alle isole Kornati

E’ possibile organizzare un viaggio in autonomia considerando i tempi, le necessità e i desideri di ognuno senza problemi.

Ma se non hai tempo o voglia o ancora se non te la senti e preferisci che a farlo sia qualcuno che sa dove mettere le mani perché è il suo mestiere e vuoi ottimizzare tempo risorse e energie, puoi rivolgerti a me.

Utilizza il form contatti al fondo dell’articolo per avere maggiori informazioni e un preventivo ad hoc sulle tue esigenze, senza impegno.

Isola di Dugi Otok

La maggiore delle isole dell’arcipelago delle isole incoronate è l’isola di Dugi Otok o Isola Lunga.

Ha una superficie di circa 114 km² ed è famosa per le sue bellezze naturali quali spiagge sabbiose, coste frastagliate e rocciose e ricchi fondali marini. Isola lunga non a caso dal momento che è lunga 50 km e larga da 1 a 4 km.

Veduta aerea dell'arcipelago Kornati, in primo piano Dugi Otok, l'isola lunga e il lago salato Mir
Dugi Otok l’isola lunga e il lago salato Mir

E’ l’isola dalle coste più frastagliate e le sue mille insenature, d’estate, sono meta di turisti amanti del mare in pieno relax.

All’estremità nord-occidentale dell’isola si trova Božava, una località ancora più isolata, affacciata sulla baia e immersa nella vegetazione.

Non lontano da Božava si trova la spiaggia di Sakarun, una spiaggia di sabbia bianchissima, lunga 800 metri che si affaccia sull’Adriatico, acqua turchese e una pineta dove trovare ombra durante le calde giornate estive.

Sakarun è un posto bellissimo dove trovare tranquillità e pace per una vacanza indimenticabile, non a caso per molti è tra le spiagge più belle dell’intero Mediterraneo.

Cala Sakarun sull'isola Dugi Otok.
Dugi Otok fa parte delle isole Kornati in Croazia
Cala Sakarun

Ma Sakarun non è l’unica spiaggia sull’isola lunga. Si trovano tutte rivolte verso il mare aperto e sono facilmente raggiungibili, inoltre quasi ogni paese ne ha una.

Nella maggior parte dei casi sono di sassi e ciottoli ma proprio per questo il mare è limpido e cristallino. Non sono attrezzate tranne una parte della famosa Sakarun ed è consigliato avere ai piedi dei sandali di gomma.

A me fanno venire in mente le spiagge che avevamo un tempo da noi in Liguria, prima dell’arrivo degli stabilimenti balneari, ricordi della mia infanzia.

Dall’altra parte dell’isola si trova il parco naturale di Telascica, una splendida baia che comprende incantevoli isolotti ricoperti da vegetazione lussureggiante, habitat ideale per una ricca fauna.

La magia del parco è completata dal lago salato Mir, particolare per il suo fango curativo e per le “stene“, scenografiche falesie a picco sul mare alte fino a 160 metri, ma che arrivano sotto il livello del mare fino a 85 metri.

Le falesie del parco naturale di Telascica
Le stene del parco naturale di Telascica

Come raggiungere Dugi Otok

L’isola di Dugi Otok si raggiunge da Zara con un traghetto che trasporta anche le auto e che parte dalle 3 alle 5 volte al giorno a secondo della stagione. Per coprire la tratta impiega un’ora e mezza. In alternativa se non si va con l’auto, è possibile raggiungere Dugi Otok anche con l’aliscafo.

Isola di Ugljan

Ugljan fa parte delle isole kornati in Croazia ed è la meta domenicale preferita per gli abitanti della città di Zara, nonché un importante centro navale.

L’isola è idealmente divisa in due parti, nella costa orientale, verso Zara, si trovano i centri abitati, mentre sull’altro lato la costa è spopolata.

Il centro principale è Preko, bellissima con i suoi palazzi veneziani e dominata dalla Fortezza di San Michele. Dalla fortezza si ha una vista indimenticabile su tutto l’arcipelago di Zara.

vista del mare dalle colline di Preko sull'isola di Ugljan
La cittadina di Preko sull’isola di Ugljan

Ugljan è collegata con un ponte a Pašman, meno turistica rispetto alla prima, ma anche lei punteggiata di villaggi di pescatori.

L’isola di Pašman

Luogo ideale per il relax, l’isola di Pašman fa parte delle isole Kornati in Croazia ed è un luogo tutto da scoprire.

Tra i luoghi dell’isola che vale la pena visitare c’è sicuramente l’ultimo monastero benedettino della Croazia. Si trova in cima al colle di Ćokovac, nei pressi del paesino di Tkon ad un’altezza di 95 metri s.l.m.

Veduta aerea del colle su cui si trova il monastero benedettino
Il Monastero dei Santi Cosma e Damiano a Ćokovac

L’isola di Pašman è diventata famosa anche per un nuovo sport molto adrenalinico, si tratta dello scraping, un modo nuovo di fare trekking. In pratica si parla di corsa e camminata veloce su rocce e costiere ripide e appuntite.

Sebbene sia una disciplina molto impegnativa, ha già fatto molti proseliti tanto che dal 2006 sull’isola si svolgono le competizioni di scraping in tre categorie: ultra (47 km) per gli atleti esperti, light (25 km) per ammirare le bellezze di Pašman, e Dir (12 km) camminata o corsa semplice all’aria aperta.

Per quanto riguarda il clima, sia Pašman che Ugljan si possono visitare durante tutto l’anno in quanto godono di inverni molto miti e di un clima piacevole che ne fa una destinazione ideale anche per un break invernale se si desidera passeggiare o andare in bicicletta.

Le isole minori

una veduta aerea del piccolo isolotto disabitato di Galesnjak
Il piccolo isolotto di Galesnjak

Molto ricercata è la piccola isola di Galovac, coperta da boschi di palme e pini marittimi e con belle spiagge sulle quali sorge un monastero francescano del XV secolo.

Altre isole minori sono Premuda, la più isolata e abitata da meno di 100 persone, l’isola di Molat a forma di Y che vive di pesca e allevamento e appartenuta a lungo a Venezia, Sestrunj comodo riparo per velisti, Silba che che il suo nome alla fitta vegetazione di pini, lecci, querce e cipressi che la ricopre, Olib abitata da 1000 persone, Iz che si trova a metà strada tra Dugi Otok e Ugljan, famosa per il fiorente artigianato di terrecotte e il famoso isolotto di Galesnjak a forma di cuore, isolotto disabitato dove è possibile passeggiare, fare il bagno, ma non si può sostare.

Se questo articolo ti ha fatto venir voglia di partire e desideri un preventivo, non esitare a contattarmi, naturalmente senza impegno.

Sarò felice di accontentarti! Puoi usare il form qui sotto.

guarda anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.