Zara, cosa vedere nella città con il “Più bel tramonto del mondo” (cit.)

by Roberta
Tempo di lettura 7 minuti

Zara è la città del romanticismo e dell’amore, un luogo ricco di spirito e passione. In questo articolo ho raccolto le cose da vedere a Zara, tra arte, cultura, siti patrimonio Unesco, gastronomia e tanto altro.

Seguimi fino alla fine per non perderti nulla, compreso sapere di chi è la citazione nel titolo!



La regione di Zara, situata sulla costa centrale dell’Adriatico orientale, è circondata da una splendida natura ed ha anche un patrimonio culturale importante. Su tutto il litorale si trovano incantevoli località costiere adatte sia ad una vacanza attiva che ad una vacanza rilassante.

Qui puoi trovare tutte le informazioni riguardo la sicurezza Covid Safe Stay in Croazia


In questo articolo ti parlo approfonditamente di Zara, tratterò meglio di tutto quello che si può fare nelle zone limitrofe in un altro articolo prossimamente.

Come arrivare a Zara

In aereo

L’aeroporto di Zara (Zemunik) dista solo 8 km dalla città, e grazie all’aumento dei visitatori negli ultimi anni, è collegato con quasi tutti i paesi europei, anche con voli low cost.

In nave

Quasi tutti i traghetti per la Croazia partono da Ancona. Da qui infatti si raggiunge sia Zara che Spalato. Tuttavia non è necessario andare in nave se si desidera raggiungere la Croazia con la propria auto se ci si trova in Italia del Nord in quanto è quasi sempre più conveniente e più veloce percorrere l’autostrada da Trieste.

In auto

Arrivare in Dalmazia a Zara in auto è semplice e veloce. Da Trieste ci sono 360 km e si percorrono in circa 3 ore e mezza su strada a pedaggio.

Quando andare a Zara

Zara ha un clima Mediterraneo con inverni miti e estati calde e soleggiate.

L’inverno va da Dicembre a Febbraio ed è caratterizzato da periodi soleggiati alternati a periodi di maltempo. A volte possono esserci anche giornate molto fredde dovute al vento di Bora, in questo caso le temperature possono raggiungere anche i -6/-7° C durante la notte, mentre di giorno mantenersi a 0°C.

L’estate, da Giugno ad Agosto, normalmente calda e soleggiata, può avere qualche temporale pomeridiano o qualche giornata di pioggia, piuttosto rari però. Il caldo in genere non è eccessivo ed è sempre presente una piacevole brezza marina.

I periodi migliori per andare a Zara sono le stagioni intermedie, cioè la primavera e l’autunno, mentre per andare al mare i mesi di Luglio e Agosto sono ottimi perché a Giugno il mare è ancora un po’ freddino.

La regione di Zadar

Foto panoramica dal mare di Zara- Zadar in croato
Zara – Zadar in croato

Zara il capoluogo dell’intera regione di Zara (Zadar in croato) e insieme ad altre 3 contee fa parte della Dalmazia, una regione che si sviluppa prevalentemente sulla fascia costiera, dall’isola di Pag a Nord fino a Dubrovnik a Sud, e per 50 km verso l’entroterra.

Da vedere a Zara la chiesa di San Donato famosa per la sua pianta circolare
La Chiesa di San Donato a pianta circolare

Zara, 3000 anni di storia

Scoprire il simbolo di Zara, la Chiesa di San Donato per fare un viaggio nel tempo

Zara è una città di 3000 anni che sorge su una penisola, sul tratto più frastagliato della costa del Mar Adriatico. Una volta a Zara la prima cosa da fare è visitare la Chiesa di San Donato, a due passi dal Foro Romano. La Chiesa, edificata nel IX secolo, ha una pianta circolare ed è il più grande edificio pre-romanico della Croazia.

Alta 27 metri e larga 22 metri, è decisamente originale per la sua forma cilindrica e per il fatto che ha gli interni divisi in due. La maggior parte dei suoi ornamenti proviene dalle rovine del vicino Foro romano.

Oggi la Chiesa viene usata principalmente per concerti di musica medievale e rinascimentale.

Il Foro romano fu costruito su ordine del primo imperatore romano Augusto, nel periodo dal I secolo a.C. al III d.C. Templi e colonnati che sono andati distrutti e di cui oggi rimane un pilastro straordinariamente intatto, luogo ideale per una foto ricordo.

Le mura cittadine, Patrimonio Unesco

Zara e il suo Patrimonio

In passato Zara era la più grande città fortificata della Repubblica di Venezia e le sue mura di cinta costituivano una parte di un complicato sistema di difesa.

Nel 2017, insieme ad altre cinque strutture che servivano alla difesa della Serenissima nel XVI e XVII secolo dell’odierna Croazia, Italia e Montenegro, le mura di Zara sono entrate a far parte della lista del patrimonio dell’umanità Unesco come monumento eccezionale del piano di fortificazione navale moderna.

La Porta di Terraferma, principale entrata storica della città, costruita nel 1543 dall’architetto veneziano Michele Sanmicheli, è la parte più suggestiva del muro. E’ considerata addirittura uno dei monumenti più belli della Dalmazia.

La porta di Terraferma, si contraddistingue per il suo arco della vittoria, il passaggio centrale e le due arcate laterali per i pedoni.
Porta di Terraferma

Lungo la banchina orientale, la Liburnska obala, nei pressi del ponte pedonale, si possono vedere altre due porte: la Porta di San Rocco e la Porta del Mare dove si scorgono i segni di un preesistente arco di trionfo romano, evidentemente riutilizzato.

Quasi all’angolo nord-orientale si apre la Piazza dei Cinque Pozzi, realizzata nel 1574 e utilizzata per l’approvigionamento delle acque in città dopo che il sistema idrico romano era andato distrutto. Sulla piazza si trova anche una torre medievale.

Uno spettacolo di musica e luce

Spettacolari installazioni, l’unione di arte e natura.

L’ Organo marino lo trovi lungo la riva, quella che per intenderci, ha il tramonto più bello del mondo (stando a quanto ne disse Alfred Hitchcock).

L’installazione appare come una serie di ampi gradoni di pietra bianca che portano al mare sotto i quali si nascondono canne d’organo disposte secondo un ordine ben preciso e il cui suono fuoriesce dalle pietre.

Particolare dei gradoni dell'Organo marino di Zara.
Zara cosa vedere
L’Organo marino a Zara

Poco più in là si trova un’altra attrazione, realizzata sempre dallo stesso architetto Nikola Bašić, molto suggestiva.

Si tratta del Saluto al Sole, un’installazione di 300 pannelli solari multistrato in vetro che assorbono l’energia solare durante il giorno per creare, dopo il tramonto, un emozionante spettacolo di luci sul lungomare.

Nella foto l'installazione del saluto al sole con i ragazzi stesi sopra e che ci camminano intorno.
Zara cosa vedere
Cosa vedere a Zara – Il Saluto al Sole a Zara

A passeggio tra gusto e bellezza

Zara cosa vedere

Passeggiando per le stradine lastricate in pietra di Zara, ad ogni passo puoi scoprire qualcosa sugli usi locali, sui costumi ma anche sui cibi.

A Zara ci sono tanti posticini accoglienti dove fermarsi per una sosta, ristorantini, bar e pasticcerie sapranno renderla molto piacevole. All’ora di pranzo invece puoi fermarti in una taverna tradizionale, l’ideale per assaggiare le prelibatezze locali.

Le specialità tipiche sono molte oltre naturalmente al pesce cucinato in vari modi. Tra queste il formaggio pecorino dell’isola di Pag è molto rinomato e vincitore di molti premi, viene preparato con latte di pecora e il suo segreto sembrano essere le innumerevoli spennellature di olio d’oliva durante la stagionatura.

Altri prodotti tipici sono il prosciutto crudo del Posedarje, il Ninski šokol un insaccato molto simile alla nostra coppa, ma anche il liquore Maraschino e il vino rosato di Benkovac.

Le tante Chiese di Zara

Zara cosa vedere

Chiesa di San Simeone

La Chiesa di San Simeone (Crkva Sv.Šime), in stile romanico, risale al XVI secolo e ospita una serie di capolavori tra cui l’oggetto più prezioso è il sarcofago che conserva il corpo mummificato del Santo. Realizzato in legno di cedro con rilievi che rappresentano la sua vita in oro e in argento e pesante ben 350 kg.

All’interno della Chiesa è presente anche un rilievo con la “Presentazione di Cristo al Tempio“, copia di un dipinto di Giotto presente nella Cappella degli Scrovegni a Padova.

Cattedrale di Santa Anastasia

La Cattedrale di Santa Anastasia (Katedrala Sv. Stošije) in stile romanico, risale al XII – XIII secolo. Nota come la maggior Cattedrale della Dalmazia, domina il centro storico cittadino che rispecchia chiaramente la disposizione viaria delle città della Roma antica.

La Cattedrale di Santa Anastasia tra le cose da vedere a Zara
La Cattedrale di Santa Anastasia

E’ stato uno degli edifici maggiormente danneggiati dai bombardamenti della seconda guerra mondiale ma è stata completamente restaurata.

L’interno a tre navate con absidi laterali riccamente decorate, ospita le reliquie di Santa Anastasia.

Chiesa di San Crisogono

Questa Chiesa offre un’interessante mescolanza di stili. Nata sopra un monastero benedettino del XII secolo, all’interno conserva un altare barocco dei primi del Settecento e alcuni affreschi bizantini.

Cosa vedere a Zara.
Tra le tante chiese da vedere a Zara c'è anche la Chiesa di San Crisogono in foto
Cosa vedere a Zara – La Chiesa di San Crisogono

Cosa vedere nei dintorni di Zara

La vicina Bibinje è un borgo molto pittoresco costruito secondo la tradizione dei pescatori e dei contadini del posto. E’ conosciuto per la sua lunga tradizione di canto corale dalmata che si sente in sottofondo mentre si passeggia sul lungomare, alla ricerca di una “Konobe” (trattoria) dove gustare le specialità del posto.

Sukosan è una località costiera che si estende lungo una profonda insenatura chiamata Porto d’Oro (Zlatna Luka). Chi sceglie Sukosan lo fa per le sue bellissime spiagge, il suo mare ed anche per la sua gastronomia.

Tra Bibinje e Sukosan, alla periferia di Zara, si trova la Marina Dalmazia (Dalmacija), il più grande porto turistico della Croazia. Un’ottima posizione, al centro della parte costiera più bella e vicino alle isole che compongono la costa dalmata, un’opportunità unica per esplorare l’area in barca a vela.

Cosa vedere a Zara e dintorni.
Il porto di Marina Dalmazia. Nell'immagine una veduta aerea
Il porto di Marina Dalmazia

A soli 10 km da Zara verso Nord, c’è Petrčane, un vecchio borgo di pescatori con nove secoli di storia che adesso è famoso per due promontori: Punta Radman e Punta Skala.

L’arcipelago di Zara

L’arcipelago, costituito da una serie di isole disposte una accanto all’altra, anticamente faceva parte della catena montuosa del Velebit sprofondata in mare. E’ formato da circa 300 tra isole, molto frastagliate e coperte di macchia mediterranea, isolette e scogli.

Sono isole turistiche ma molto tranquille, nelle quali le auto sono ammesse solo in alcune zone. Ne parlerò più approfonditamente in un altro articolo.

Spero che questo articolo possa esserti utile.

Hai domande o necessiti di ulteriori informazioni?

Contattami senza impegno utilizzando il box qui sotto.

guarda anche

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.